Polpette verdi del dopo lavoro

11:01

Questa è una ricetta che si potrebbe raccontare invece che scrivere, che viene bene sempre, anche quando non si usa la bilancia e si uniscono gli ingredienti "a occhio". A volte le polpette sono più verdi, altre più gialle, altre ancora sono incredibilmente gonfie e morbide o invece croccanti... Ma sempre deliziose e soffici, simili a un soufflé avete presente?
Come la maggior parte delle crocchette sono iper versatili: vanno bene per l'aperitivo, riscaldate il giorno dopo per il pranzo in ufficio, ma anche mangiate fredde con un'insalata, e ovviamente mentre cuociono e il forno riscalda la cucina voi potete dedicarvi a preparare un risotto o una vellutata, e avere la cena pronta nel giro di 40 minuti o poco più.

POLPETTE VERDI DEL DOPO LAVORO (per 2 persone)

2 cubetti di spinaci surgelati
2 patate medie
100 g di Emmenthal
1 uovo bio
2-3 fette di pancarré
1 cucchiaino di paprica dolce
olio d'oliva extravergine
sale e pepe

Pelate le patate, tagliatele a dadini minuscoli e lessatele per circa 10 minuti.
Nel frattempo scongelate gli spinaci in microonde (se li avete scongelati la mattina, bravi!), grattugiate il formaggio in una ciotola e spezzettate leggermente il pane in una ciotola, bagnandolo con un filo di latte. Rompete l'uovo nella ciotola con il formaggio e amalgamate bene con una frusta, poi unite una presa di sale, pepe e la paprica.
Scolate le patate e unitele nella ciotola schiacciandone una parte con una forchetta, versatevi anche gli spinaci e iniziate a mescolare il tutto unendo man mano il pane strizzato dal latte. Dovrete ottenere un composto dalla consistenza molto morbida, quindi se necessario unite altro pane, o un cucchiaio di pangrattato.
Regolate il forno a 180°C, prendete una placca e rivestitela con la carta, poi disponetevi sopra mucchietti di impasto rotondi (2 cucchiai circa di composto), dovrete ottenere circa 8 polpette di medie dimensioni. Versate sulle polpette un filo d'olio e cuocetele per circa mezz'ora (dopo 25 minuti giratele e cuocete gli ultimi 5 minuti dall'altro lato), sfornatele e sentirete che delizia!


You Might Also Like

3 commenti

  1. Mi piacciono le ricette che si fanno ad occhio e adoro le polpette, per cui le proverò. Grazie della ricetta. Ciao!

    RispondiElimina
  2. Ciao Antonella, grazie, anche a me, moltissimo... Queste danno molta soddisfazione!

    RispondiElimina
  3. Ciao Jessica! Ti ricordi di me? Ci siamo perse un po' di vista eh? :) Stavo scorrendo Instagram e mi sono detta "ma lei non aveva un blog?" e sono venuta a cercarti. Come stai?
    Adoro le polpette come queste! Ora faccio un giro per vedere cos'altro mi sono persa di interessante da queste parti :)

    RispondiElimina

Popular Posts

Subscribe