Benvenuto 2016

12:11


Volevo scrivere uno di quei post coinvolgenti che salutano l'anno che arriva con una lista di cose belle e difficili da fare, ma la verità è che questo gennaio mi ha afferrato alle spalle mentre ero distratta. Il 2015 si è concluso un po' di corsa e col fiatone, così come è stato vissuto.
Il 25 dicembre ho soffiato 27 candeline, strizzando gli occhi e pensando in ritardo ai desideri. É stato un Natale un po' triste e con una sedia in meno, ma la mia torta di compleanno era più buona del solito e i brindisi e i baci non finivano più. Mi sono presa qualche giorno per dedicarmi a te, 2016, staccando (quasi) dal lavoro e dedicandomi solo ai libri sul comodino, alle guide di viaggio e agli articoli salvati nei preferiti che mi ripromettevo di leggere da ottobre. Ho pensato di finire il cambio armadio iniziato a settembre, giocare a Memory, fare giretti in collina e pranzi lenti, per scacciare un po' la malinconia.
Mi hai voluto ricordare dal primo giorno che siamo qui ma basta poco, pochissimo a passare di là. A perdere sorrisi, abbracci, consistenze.




Caro 2016, fammi ritrovare recuperare un po' di quell'energia che al liceo pensavo mi sarebbe bastata per fare le rivoluzioni, quel coraggio o almeno quanto ne basta per aprire una nuova parentesi che si chiama Partita Iva, e forse anche di più per le altre cose che verranno... Io nel frattempo cercherò di avere un piano, per far stare dentro ai tuoi 12 mesi tutte le cose che vorrei succedessero. 
Buon 2016 amici di passaggio, tra l'altro il blog compie 3 anni quindi per festeggiare ci rileggiamo con qualche indirizzo bello a brevissimo, ne ho accumulati alcuni che voglio raccontarvi al più presto! 



You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts

Subscribe