Torta rovesciata ai mandarini e rosmarino | Una certezza fra le incertezze

15:26


Figli e nipoti della generazione X, che le certezze dobbiamo lasciarcele alle spalle. Che non ci siamo guadagnati niente e tutto è stato sempre dovuto. Che la fortuna era nelle tasche dal principio, e deve bastare a tutto il resto. Bè, io posso stare senza, certo.
Posso vivere senza sapere cosa starò facendo tra quattro mesi e undici giorni, che piega avrà preso la mia vita a quel punto. Ed è pure bellissimo da un certo punto di vista, perché la carica emozionale che regala l'incertezza provoca sentimenti immensi e indescrivibili. 
Come conquistarsi la vita un giorno alla volta.

Fra tutte le incertezze però, qualche certezza devo metterla io. E devo partire dai rituali che mi abbracciano con forza nei momenti di dispersione, costruiti per durare solo finché faranno bene. Sono dettagli sottili e impalpabili, gesti rinnovati che costruiscono quella cornice che vorrei mi identificasse, e quindi finisce per identificarmi sul serio.
Diventano me i libri che ho abbandonato per disinteresse, le passeggiate sulle foglie secche e rosse, la gola infreddolita dai giri in bicicletta. Me il lato sinistro del letto, le unghie bordeaux, me il cactus sul frigorifero azzurro, le cene in famiglia il lunedì sera.

La torta della settimana per noi è quella che finisce in forno la domenica pomeriggio, e ci fa compagnia per tutte le colazioni e gli spuntini golosi fino al giovedì o venerdì. La base è quella della classica torta allo yogurt bianco (qui una variante con ananas) spolverata con tanto zucchero a velo: a volte diventa un plumcake, a volte si riempie di gocce di cioccolato fondente, mandorle tritate, scorze di limone... Questa domenica si è messa sottosopra e si è riempita di arancio, con gli spicchi di mandarino caramellati in bella mostra e un leggero sentore di rosmarino che mi fa impazzire. Avendo la frutta fresca però, va conservata in frigorifero, oppure consumata nel giro di un paio di giorni.

TORTA ROVESCIATA AI MANDARINI E ROSMARINO

4 mandarini
50 g di burro 
60 g di sciroppo d'acero
50 g di zucchero di canna
3 uova
140 g di zucchero semolato
1 vasetto di yogurt bianco
1 vasetto di olio di semi
200 g di farina bianca "00"
1 bustina di lievito vanigliato
1 cucchiaino di rosmarino secco tritato

Sbucciate i mandarini. Preparate il caramello fondendo lo zucchero di canna con lo sciroppo d'acero e il burro in un padellino antiaderente e mescolate con un cucchiaio di legno finchè sarà ben omogeneo. Spegnete il fuoco e versatelo subito sul fondo di una teglia foderata con carta da forno.
Disponetevi sopra in cerchio tutte le fette di mandarino.
Mescolate velocemente le uova con lo zucchero, aggiungete lo yogurt, poi l'olio e infine la farina con il lievito e il rosmarino. (Se non avete quello secco, va benissimo quello fresco, ben lavato e asciugato). Versate tutto l'impasto sui mandarini e infornate a 180°C per circa 30 minuti.
Lasciate raffreddare e rovesciate la torta.




You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts

Subscribe