Vorrei solo sapere che fine fa tutto. Ciao 2014.

07:00

 
 
Bucce di mandarino odoroso a Natale passato, briciole, biscotti al burro e bollicine in frigo.
Candele alla vaniglia e cotone in casa, lucine e un divano con i cuscini spaiati che diventa un nido caldo.
Aspetto la neve, la neve arriva.
La neve scende e copre tutto, si scioglie e ha già cancellato.
Sembra di girare sempre in tondo, ma capisco che andiamo avanti quando non trovo più quel che avevo.
Tracce impercettibili, piccole scintille allo stomaco. Bisbigli, dove siete?
Ciao 2014, sei stato un anno pieno di cose che non vorrei lasciare andare.
Di notti inquiete, malinconia, confusione, tensioni, amore.
Molti pianti.
Sei stato l'anno in cui ho scoperto che tra pochi mesi diventerò per la prima volta zia, non di sangue ma di cuore.
Sei stato l'anno in cui ho cambiato indirizzo, e ho deciso di non dormire più sola.
Ho riempito trolley di maglioni, libri e ballerine, e traslocato a tappe in un piccolo appartamento al secondo piano, nascosto tra i tetti della città.
Sei stato l'anno in cui ho accettato una nuova opportunità lavorativa, che inizierà tra pochissimo e mi terrà fuori casa tutto il giorno.
Sei stato l'anno in cui ho dovuto accettare una realtà impietosa e cruda, e lasciare andare finalmente chi in realtà se ne era già andato.
Vorrei solo sapere che fine fa tutto.
Che fine fanno i ricordi, le cose che dici "questo non lo dimenticherò mai".
Che fine fanno i lividi, i dolori senza cicatrice.
Caro 2015, portati via un po' di nostalgia.




You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts

Subscribe