Un giorno a Londra: scoprire Stoke Newington e dintorni

14:26

   
Storia di un quartiere nuovo da conoscere, di un appuntamento che si ripete: ogni volta che torno a Londra, da diverso tempo ormai, mi ritaglio del tempo per conoscere meglio un'area che non ho mai frequentato prima. C'è talmente tanto qui da assorbire, sarebbe un peccato ripassare sempre sotto alle stesse finestre, tornare solo negli stessi luoghi. Belli, ma sovraccarichi: talmente tanto fotografati e raccontati da risultare spesso un già visto, come se fossero stati svuotati della loro bellezza. Ho voglia di qualcosa che non mi è stato descritto, di studiare un itinerario solo mio, di camminare dove non arriva ancora la metro, dove al posto dei Boots e Topshop ci sono mini market indipendenti e negozietti che fra qualche anno si saranno trasferiti altrove. E parchi, scuole, cimiteri, bakery e atelier che vendono sciarpe second hand, nessun hotel, banale quotidianità. Gli strati di questa città si sovrappongono veloci, calcificano in fretta, i cambiamenti a volte sono impercettibili agli occhi distratti. Non ci si annoia mai.
Del resto, dipende tutto dall'idea che uno ha del viaggio, da ciò che uno cerca: se siete pronti a rischiare di non trovare nulla di bello o interessante, addentratevi in un quartiere di cui non avete mai sentito parlare. Se volete andare "sul sicuro" invece scegliete aree più mainstream, passate il sabato mattina in Portobello Road, la domenica in Brick Lane e i pomeriggi tra i musei e le strade più conosciute, non rimarrete di certo delusi. A fare la differenza è il modo in cui ci approcciamo ad una città, e quali sono gli aspetti che ci interessa di più strapparle e portarci via... Quanta fatica abbiamo voglia di fare, per conoscerla nella sua parte più intima.
L'ultima volta la mia passeggiata è iniziata a colazione, in un caffè un po' hip su Regent's Canal, ed è finita dritta a Stoke Newington, piccolo quartiere nel distretto di Hackney.
Un'area che mi ha conquistata (e che, poi ho scoperto, è molto amata anche da alcuni amici che vivono a Londra) per la sua normalità e delicatezza, per i negozi vintage lungo Stoke Newington High Street, per Clissold Park, per Abney Park, il cimitero più disordinato che io abbia mai visto...
Ecco alcune delle fotografie che ho scattato, e alcune cose che vi consiglio di non perdere.

TIPS [COSA NON è DA PERDERE, SECONDO ME]
Clissold Park: per una sosta green, se non fa ancora troppo freddo.
Cimitero di Abney Park: una passeggiata qui dentro basta per immergersi in una realtà dimenticata, tra vecchie tombe ammassate, vegetazione incolta e lapidi sgualcite dagli anni...
Shopping vintage: Pelicans&Parrots, Beyond Retro, Strut, Mint.
Shopping di design e creativo: ci sono negozietti carini uno dietro l'altro lungo Church Street. Uno dei miei preferiti è Nook, che vende piatti, complementi d'arredo di ispirazione scandinava, illustrazioni, cuscini e washi tape.


DOVE MANGIARE [BENE]
Lydia Cafe
Famoso per le colazioni, da provare il loro menù speciale per stomaci temerari a £ 4.90 che prevede salsicce arrostite, bacon, patate fritte, funghi, uova con pane tostato e the o caffè.
Aperto tutto il giorno anche per smoothies, succhi di frutta e milkshakes.
Lydia Cafe, 123 Stoke Newington Church Street
Green Room Cafe
Il mio preferito: un originale caffè immerso dentro un vivaio, una cucina golosa in cui si comprano fiori mentre si ordina il pranzo.
Tra le specialità i pancakes dolci e salati, diversi piatti per vegetariani, beef burger, falafel e burrito di pollo, tutti i piatti entro i £ 10.
Green Room Cafe, 113 Stoke Newington Church Street


DOVE DORMIRE
Non ci sono moltissimi hotel o B&B essendo una zona prettamente residenziale, ma si possono affittare stanze e appartamenti direttamente da privati cercando su siti come Airbnb.




You Might Also Like

5 commenti

  1. Londra è sempre magica e ci regala sempre qualcosa di nuovo! :)

    RispondiElimina
  2. Dopo questo post non vedo l'ora di tornare a Londra per scoprire questo carinissimo quartiere e pranzare nel vivaio! Grazie per queste dritte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che ti piacerà, anche io ho già voglia di tornarci... :-D

      Elimina
  3. Bellissima la tua idea di crearti itinerari fuori dalle zone più frequentate!
    Sai, da quando leggo il tuo blog mi sto appuntando su un quaderno colorato tutti i locali e i posti che segnali e che potrebbero piacermi, al momento non ce l'ho con me e quindi ripasserò a scrivermi anche questi pezzetti di Londra :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che carina, grazie! Anche io segno sempre i posti nuovi da provare o che mi consigliano, ce li ho lì, pronti, per quando serve ;-)

      Elimina

Popular Posts

Subscribe