Il mio primo clafoutis, con albicocche e fiori di lavanda

02:51





"C’è poco da stupirsi che ci siano tristezze e pensieri notturni e rimpianti e farfalle di ricordi che le frullano attorno per mezza giornata, e lo sgaiattolare del passato fuori dalle credenze".
Una canzone che ti strappa il cuore - J. O' Connor
 


L'idea di questo dolce da mangiare a cucchiaiate, pieno di frutta fresca, latte e zucchero mi invogliava da tanto, eppure non l'avevo ancora mai provato.
Dopo aver visto il suo non ho resistito e complici un cestino di albicocche succose e una cena tra amici ho deciso di provare anch'io, seguendo fedelmente la ricetta con una sola piccola variante, i fiori di lavanda (pochi) al posto del rosmarino.
L'ho adorato, davvero! Ideale per una colazione delicata e dolcissima.
 
 
Cosa vi serve (io ho usato una teglia bassa da 30 cm di diametro):
 
8 albicocche mature
250 ml di panna fresca
250 ml di latte intero
100 g di farina di mandorle
100 g di zucchero di canna
60 g di fecola
un cucchiaino di fiori di lavanda
un cucchiaio di grappa
40 g di mandorle a lamelle
 
 
Preriscaldate il forno a 200°
Mettete a scaldare il latte, aggiungete i fiori di lavanda e lasciate in infusione una decina di minuti.
Imburrate uno stampo, lavate le albicocche, tagliatele a metà e disponetele sulla base con la parte interna girata verso l'alto.
Unite in una ciotola molto capiente lo zucchero, la fecola, le uova, i tuorli e la farina di mandorle, poi aggiungete il latte (filtrato!) la panna e la grappa, sempre mescolando bene.
Versate il composto sulle albicocche, completate con metà delle mandorle e infornate per 35 minuti.
Prima di servirlo, come suggerisce Sigrid, spolverizzarlo di zucchero a velo e mandorle leggermente tostate.
 
 
 
 
 
 
 
 






You Might Also Like

11 commenti

  1. Il primo clafoutis non si scorda mai... :-) Ricordo il mio, classico, con le ciliege... non era neanche venuto benissimo, ehehe, poi sono migliorata col tempo... :D
    Tu non potevi scegliere gusto migliore: albicocche e la "mia" amata lavanda, non sai quanto vorrei assaggiarlo... immagino il sapore e sogno un pò di tornare in Provenza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franci, io avrò avuto la fortuna dei principianti :-D
      In Provenza ci sono stata lo scorso agosto durante uno di quei viaggi di cui si vede l'inizio ma non la fine e... Beh, si riaprono cassettini bellissimi al pensiero..:-)

      Elimina
  2. Sigrid non delude mai! E il clafoutis è sempre una piacevole scoperta, io l'ho provato sia con le pesche che con le ciliegie e mi è piaciuto molto! Un bacio, Fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fede, con le ciliegie proverò il prossimo allora! Grazie, un bacio!

      Elimina
  3. Ma che meraviglia questi profumi!!! Ti ho votata su Grazia! Un abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 ricambiato a te!! è una cosa infinita comunque, ogni tanto a momenti mi dimentico di votarmi anche io... :-D bacibaci!

      Elimina
  4. bellissimo il tuo blog!!!!
    ricco di spunti, ricette, foto, consigli...dall'atmosfera accogliente e piacevole!
    passerò spesso!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Jessica!!! Che bello il tuo blog :)
    E questa ricetta mi ispira davvero moltissimo!! Mi piacciono i dolci con lo zucchero di canna :) li trovo particolari ed originali...e le albicocche...!! Buonissimo :) :)
    Mi aggiungo ai tuoi followers!! ;)
    Se ti va passa a trovarmi e complimentoni ancora :)
    Un bacione! :**

    RispondiElimina
  6. Ciao Jessica, che ricetta originale! Adoro i clafoutis e questo tuo deve essere profumatissimo e molto buono. Complimenti!

    RispondiElimina
  7. Grazie mille per partecipare a Get an aid in the kitchen,
    Buona fortuna
    Barbara

    RispondiElimina

Popular Posts

Subscribe